Utility di sistema: ecco come ottimizzare e velocizzare Windows 4/5

13 agosto, 2008

Tra i tanti software per personalizzare ed ottimizzare il comportamento del sistema operativo, ne abbiamo scelti quattro: X-Setup Pro, FreshUI, SafeXP e Cacheman.
X-Setup Pro è il “re” delle “tweaking utilities”. Sono così chiamati i programmi che permettono di modificare impostazioni del sistema operativo solitamente “nascoste” nel registro di sistema o sparse tra vari file di configurazione. Due sono gli aspetti che rendono X-Setup Pro un’utility unica nel suo genere: oltre a mettere a disposizione una vasta schiera di possibili regolazioni, il programma è compatibile con tutte le versioni di Windows (compresi Windows XP e Windows 2003 Server). Sebbene, infatti, ultimamente si sia assistito al proliferare di un sempre maggior numero di “tweaking utilities” per Windows XP, è sempre più difficile imbattersi in software validi che operino anche sulle versioni precedenti.
X-Setup offre la possibilità di intervenire su circa 1.500 aspetti del sistema operativo. Una così vasta mole di impostazioni è ben amalgamata all’interno di un’interfaccia utente accattivante e semplice da utilizzare. Ogni regolazione è contenuta all’interno di una categoria specifica (Windows, Internet Explorer, Instant messaging, Office, Explorer appearance, Server options, Network settings, Security,…) ed è raggiungibile con pochi clic del mouse. L’adozione di pulsanti “Indietro/avanti”, in perfetto stile Internet Explorer, rende ancora più immediata la “navigazione” tra le varie categorie. L’esclusiva modalità Record consente di registrare su un file .REG tutte le modifiche apportate al sistema. In questo modo sarà eventualmente possibile applicare le stesse modifiche su altri sistemi senza la necessità di reinstallare X-Setup (semplicemente facendo doppio clic sul file .REG).
X-Setup Pro è un programma estremamente completo che consente di addomesticare, in profondità, il sistema operativo. Ci preme sottolineare, tuttavia, che il programma deve essere utilizzato con cautela: non effettuate modifiche senza conoscerne l’effetto ed agite sempre con la massima attenzione nell’applicare cambiamenti alle varie impostazioni. Requisito indispensabile per l’utilizzo sicuro di X-Setup è poi la conoscenza della lingua inglese: per ogni modifica, infatti, il software fornisce un’accurata descrizione che è indispensabile comprendere per intero. Il programma, comunque, accetta file di lingua: siamo quindi in attesa dell’uscita dei file per la traduzione del software in italiano.

La finestra che compare all’avvio di X-Setup Pro consente di scegliere l’operazione da effettuare. E’ possibile eseguire il programma nella modalità classica (Classic): si otterrà così l’elenco completo di tutte le impostazioni del sistema che possono essere modificate; attivare l’autocomposizione (Wizard): in questo caso X-Setup proporrà le modifiche che possono essere attuate servendosi di una procedura passo-passo; il pulsante Automatic Updates, infine, permette di aggiornare il software. Optiamo per la modalità classica cliccando sul pulsante Classic (il primo della lista).

La finestra principale di X-Setup mostra la lista degli aspetti del sistema operativo sui quali è possibile intervenire. Ciascuno di essi è raggruppato in varie categorie che permettono di identificare immediatamente l’area del sistema che si desidera ottimizzare. Per ciascuna regolazione viene fornita un’esauriente analisi in lingua inglese. Il pulsante Information consente, poi, di ottenere una serie di informazioni aggiuntive (versioni di Windows sulle quali è possibile attivare la modifica, criticità della stessa, commenti aggiuntivi e così via). Il comando Version History (menù Extra) mostra la lista di tutte le impostazioni aggiunte nelle varie versioni del software.

X-Setup Pro è dotato di una speciale funzione che consente di memorizzare su file tutte le modifiche applicate al sistema. Il file prodotto da X-Setup è un classico file di registro che può essere utilizzato, per esempio, per modificare le stesse impostazioni su altri personal computer, senza la necessità di installare il programma. Per attivare questa funzione è sufficiente cliccare sul pulsante Record mode. Per interrompere la registrazione delle operazioni effettuate è necessario cliccare nuovamente sullo stesso pulsante. Consigliamo di salvare subito il file con l’estensione .REG.
Il menù Favorites (Preferiti) permette di salvare la lista delle impostazioni che utilizzate più spesso. Qualora si decidesse di applicare nuovamente una modifica sarà sufficiente ricorrere al menù Preferiti evitando di doverla ricercare tra le varie categorie proposte da X-Setup. Per aggiungere un’impostazione al menù Preferiti è sufficiente selezionarla dall’elenco quindi scegliere Favorites, Add to favorites. Per gestire gli elementi contenuti nel menù Preferiti basta cliccare su Favorites quindi sulla voce Manage.

Ricalcando da vicino l’approccio di X-Setup, anche FreshUI si propone come uno strumento che permette di configurare ed ottimizzare gli aspetti di Windows più reconditi. Rispetto ad X-Setup, FreshUI è indicato agli utenti più esperti. Il software è infatti più “avaro” nelle descrizioni delle modifiche che possono essere applicate, gli interventi possibili sono in numero minore e non sono presenti procedure automatizzate.

SafeXP è un software completamente gratuito che, come i software sinora presentati, si propone di offrire un sistema semplice ed immediato per la regolazione di alcune impostazioni-chiave di Windows. Sebbene all’interno del nome contenga il suffisso “XP”, SafeXP è un programma compatibile con Windows 98, Windows ME, Windows 2000 e Windows XP. In un’unica pratica finestra, SafeXP elenca tutti gli aspetti di Windows che possono essere regolati. Il checkbox visualizzato accanto ad ogni opzione indica se la voce cui fa riferimento è al momento attiva o meno. SafeXP concentra la sua attenzione su tutte le impostazioni che hanno maggiore importanza per la difesa della propria privacy e dell’integrità dei dati.
Come tutti i software che implicano interventi sulle aree portanti del sistema, anche SafeXP deve essere utilizzato con cautela. La guida in linea (accessibile cliccando sul pulsante Help) spiega dettagliatamente il significato di ogni opzione in elenco. Vi suggeriamo, per esempio, di evitare l’attivazione delle opzioni Secure Desktop, No file sharing e No printer sharing: potreste avere problemi con l’installazione di alcuni software e in configurazioni di rete locale.
Prima di effettuare qualsiasi modifica alla configurazione del sistema cliccate sul link Save Setting to File: in questo modo memorizzerete, su un file di backup, la configurazione attuale di tutte le opzioni. In caso di problemi potrete agevolmente ripristinare la situazione precedente ricorrendo al link Restore Settings from File.

Cacheman è un software un po’ differente rispetto ai tre precedenti. Le sue attività, infatti, si concentrano sull’ottimizzazione delle risorse di Windows con lo scopo di ottenere benefici in termini di prestazioni. Disponibile in due versioni, una per Windows 9x, ME, 2000 ed una per Windows NT/2000/XP, è caratterizzato da una buona semplicità d’uso e da una serie di wizard per intervenire su diversi parametri quali l’uso della RAM, la cache del disco e delle icone e così via. Oltre alle regolazioni manuali, Cacheman offre anche impostazioni predefinite: nel caso della cache del disco è possibile, per esempio, optare per la riduzione al minimo della memoria utilizzata oppure l’ottimizzazione delle prestazioni qualora il personal computer sia utilizzato per applicazioni di rete o “file sharing”.
Mentre Cacheman 5.5 è completamente gratuito, CachemanXP è una versione shareware che deve essere necessariamente registrata per poter fruire della funzione di ottimizzazione automatica. Gli utenti più esperti possono comunque regolare manualmente tutte le impostazioni. La scheda Tweaks mostra alcune regolazioni di Windows che possono aver impatto sulle performance globali del sistema.

Tra le utilità sviluppate specificatamente per Windows XP, abbiamo selezionato Tweaking Toolbox XP, Tweaks & Tools for Windows XP e XP-Antispy.
XP-Antispy è un’utility che permette di regolare alcune funzionalità chiave di Windows XP. Si tratta di un software particolarmente adatto a chi tiene particolarmente alla propria privacy poiché consente di intervenire proprio su alcuni aspetti del sistema operativo che “comunicano con il mondo”. XP-Antispy permette anche di “addomesticare” comportamenti del sistema operativo che, per molti utenti, potrebbero risultare fastidiosi od essere considerati completamente inutili. Il programma, una volta avviato, visualizza una serie di punti esclamativi di colore rosso: si tratta delle funzioni che XP-Antispy ha rilevato come attive e consiglia di disabilitare. Le funzionalità evidenziate con un segno di spunta di colore verde sono quelle già disattivate. XP-Antispy consente di bloccare lo scaricamento automatico di codec da parte di Media Player o l’identificazione del client grazie ad uno specifico ID utilizzato dal player Microsoft; di impedire la segnalazione di errori all’azienda di Redmond. Se non si utilizza la funzione Desktop remoto è possibile disabilitarla con un clic, così come per il client di messaggistica “Messenger”. E’ possibile sveltire lo spegnimento del personal computer agendo sull’apposita opzione, velocizzare la navigazione con Internet Explorer, disattivare il servizio di messaging (usato dagli spammers per visualizzare finestre di dialogo pubblicitarie). I più “apprensivi” possono addirittura disattivare il modulo WPA (Windows Product Activation) di Windows XP ricordando però che nel caso in cui si dovessero installare Service Pack od aggiornamenti di sistema “pesanti”, tale funzionalità dovrà essere preventivamente riattivata. In caso contrario l’installazione di aggiornamenti radicali per Windows XP potrà presentare problemi. Una volta che si sono scelti gli interventi da effettuare, è necessario cliccare sul pulsante Applica cambiamenti per operare le varie modifiche. Il comando Ripristino stato del sistema consente di ripristinare la configurazione predefinita di Windows XP qualora si dovessero riscontrare problemi.

Tweaking Toolbox XP è un software shareware che può essere liberamente utilizzato per due settimane, trascorse le quali si dovrà disinstallare il programma o registrarsi presso gli autori. Tutte le regolazioni applicabili a Windows XP sono organizzate in categorie differenti, per ciascuna di esse è fornita una esaustiva descrizione e ognuna è contrassegnata da un’icona che ne illustra graficamente il significato.

Un vero e proprio coltellino svizzero è invece Tweaks & Tools for Windows XP. Questo software, a differenza di Tweaking Toolbox XP, di X-Setup Pro e di FreshUI punta soprattutto sulla configurazione degli aspetti di Windows XP più importanti. Il nome del software, del resto, è tutto un programma: Tweaks & Tools vuole evidenziare come questo software shareware, oltre a permettere la modifica delle impostazioni principali di Windows, integri una serie di strumenti per l’ottimizzazione del sistema operativo. E’ presente, per esempio, un modulo per la “pulizia” in tempo reale della memoria RAM ed uno per migliorare l’esecuzione di Windows XP grazie all’introduzione dei dati relativi al processore installato. Un modulo diagnostico (Hardware analysis) consente di stabilire quali componenti hardware sono in uso recuperando tutte le specifiche tecniche disponibili. La sezione dedicata alla sicurezza mette a disposizione alcuni strumenti per difendere la propria privacy e i dati memorizzati nel nostro personal computer. L’icona Dialer permette, ad esempio, di attivare una protezione contro tutti quei software (spesso scaricati senza alcuna autorizzazione da Internet) che tentano di collegare il modem a salatissime numerazioni telefoniche a pagamento. Il programma offre un pop-up/ad-blocker (per bloccare la visualizzazione di finestre a comparsa e banner pubblicitari durante la navigazione in Rete) e funzioni per l’eliminazione di file non più necessari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: